A Trento per il Festival dello Sport

WOW che giornata e che evento! Domenica sono stato a Trento per la prima edizione del Festival dello Sport organizzato dalla Gazzetta. Io e altri “ragazzotti”, dei quali poi vi parlo, siamo stati invitati per l’evento “il roster dei record” con il quale hanno ricordato la magica stagione 1986/87 in cui l’Olimpia Milano realizzò il triplete: Scudetto, Coppa Italia e l’allora Coppa Campioni. È stata una giornata fantastica in cui ho vissuto almeno tre emozioni diverse che vi racconto senza un ordine di importanza.

La prima è stata riabbracciare mentori, maestri e compagni di squadra di quegli anni. Insieme a me c’erano IL Coach Dan Peterson, il mito Dino Meneghin, Bob McAdoo venuto appositamente dall’America, la mitraglia Roberto Premier e con un video dall’America ci ha salutati anche Mike D’Antoni che sta iniziando la stagione NBA.
Alcuni li ho rivisti spesso in questi anni, con altri non ci vedevamo da tanto ma è stato semplice: nella stessa stanza insieme, eravamo come nello spogliatoio in quegli anni, non era cambiato nulla. Bellissimo.

Pittis 2018 Festival Sport Trento Coppa

La seconda è stata ritornare indietro nel tempo a quegli anni magici: anche qui sul mio sito ho scritto che sono stato fortunato e bravo a vivere un’esperienza sportiva vincente, fatta di emozioni fortissime e di tante vittorie. È altrettanto vero che sono passati anche degli anni e quindi sono più ricordi che emozioni vive.

Essere a Trento per questa occasione, vedere la Coppa dei Campioni vicino a noi, rivedere gli stessi volti di amici e maestri intorno a me, è stato impagabile. Nel Coaching le chiamiamo ancore con le quali recuperiamo delle sensazioni positive o delle risorse utili, ecco per me loro sono delle ancore potentissime!

Pittis 2018 Festival Sport Trento Coppa

La terza emozione, forse la più importante, è vedere, sentire e toccare con mano l’affetto di chi è venuto, di tifosi e avversari, di colleghi e giornalisti. Ho sempre percepito questo affetto negli anni in cui ho giocato e anche ora, grazie ai social, ho la fortuna di ricevere tante bellissime testimonianze, anche da ex-tifosi avversari.
Vedere persone in fila già due ore prima dell’inizio oppure i tanti che sono venuti al termine per scambiare due chiacchiere o per avere una foto insieme, è stato un dono incredibile di cui ringrazio ancora una volta tutti.

Pittis 2018 Festival Sport Trento Coppa